carta di credito a saldo Glossario conti | ConfrontaConti.it

Carta di credito a saldo

La carta di credito a saldo è la carta di credito più comune e diffusa in Italia ed è generalmente concessa dalla banca o dall’istituito finanziario autorizzato, come servizio aggiuntivo all’apertura di un conto corrente. La carta di credito con rimborso a saldo è quindi legata a un conto corrente d’appoggio e permette all’utente di effettuare spese e acquisti e di prelevare denaro contante entro i massimali previsti dal contratto con la banca.

L’addebito degli importi non avviene immediatamente, ma in un’unica soluzione il mese successivo. La carta a saldo, infatti, permette la dilazione dei pagamenti e delle spese avvenute in un breve periodo (generalmente per un massimo 45 giorni), senza ulteriori oneri o interessi aggiuntivi per il titolare. Con la carta a saldo, gli importi vengono addebitati sul conto corrente d’appoggio e scalati in un’unica volta, nel giorno previsto dal contratto.

La carta a saldo richiede l’apertura di un conto corrente d’appoggio. Le carte di credito possono prevedere alcuni costi che si sommano a quelli per la gestione del conto corrente: alcune prevedono un canone annuo, che può essere gratuito ma anche di diverse decine di euro; bisogna poi mettere in conto il costo degli estratti conto e il bollo, la commissione sul prelievo di contante e l’eventuale costo per il blocco della carta di credito in caso di furto o smarrimento.

Grazie alla diffusione dei conti correnti on line, attualmente molti istituti di credito offrono la possibilità di controllare le uscite della propria carta a saldo direttamente sul web e di ricevere l’estratto conto on line, riducendo così i costi previsti per l’invio di comunicazioni cartacee.

Possiamo quindi individure i seguenti vantaggi e svantaggi delle carte di credito a saldo:

  • Uso frequente per pagamenti e prelievi. Le carte di credito a saldo sono uno strumento di pagamento conveniente soprattutto per chi non vuole utilizzare la carta di credito come un mezzo di finanziamento a medio termine ma soltanto come mezzo di pagamento e di prelievo. In particolar modo se si prevede di farne un uso frequente.
  • Liquidità sul conto corrente. L'addebito delle spese effettuate con la carta di credito viene effettuato nel giro di un mese dalle stesse, è quindi importante che il conto corrente abbia sufficiente liquidità per sostenere gli addebiti.
  • Uso all'estero. A differenza delle carte di debito ( Bancomat ) le carta di credito sono accettate anche all'estero in quanto sono emesse da società su circuiti internazionali.

Torna al glossario

Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Richiesta fido
    No 
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita